Condividi
Home » Il Parco propone » Eventi e appuntamenti

I giorni della semina

Trekking residenziale nei luoghi della Guerra Partigiana

Dal 18 al 25 Ottobre 2020 dalle 18:00 alle 19:00

"I giorni della semina" è un trekking residenziale dedicato alla conoscenza della geografia storica del '900: un'occasione inedita e unica per comprendere come la realtà difficile e ostile della Valgrande abbia condizionato gli eventi e i destini di coloro che vi avevano cercato rifugio, dagli inizi dell'antropizzazione fino agli eventi storici novecenteschi.

"I giorni della semina" è anche il bel titolo del libro che lo scrittore partigiano Nino Chiovini ha dedicato al rastrellamento nazi-fascista che nel giugno del 1944 mise a ferro e fuoco le montagne della Val Grande: una porzione pedemontana dell'alto Piemonte orientale, a ridosso della regione dei laghi insubrici (Maggiore, Lugano, Como), di grande importanza strategica. La montagna verbanese era infatti il più vicino e veloce rifugio e passaggio tra la pianura di Milano e la Confederazione Elvetica. Anche per questi motivi geografici il Rastrellamento della Val Grande fu un evento particolarmente drammatico nella storia del movimento di Liberazione: per la violenza dei fatti bellici, per le conseguenze sociali che investirono e travolsero le comunità rurali e civili coinvolte e, infine, per gli sviluppi storici e politici che trasformarono quella sconfitta nell'eccezionale esperienza democratica della Repubblica Partigiana dell'Ossola.

La Val Grande offre, infatti, una natura intatta e primitiva, dove l'unica presenza dell'uomo è rintracciabile nei segni antichi e sempre più invisibili di una quasi millenaria civiltà di pastori. Un paesaggio unico (la più estesa area Wilderness d'Europa) di grande fascino dove la forza della natura e la violenza della storia creano continui, forti contrasti.

Si può dire che la repressione sanguinosa che investì la civiltà contadina di queste valli, ne compromise per sempre ogni possibilità di rinascita: ma non quella affidata alla pietà di coloro che, come noi oggi, ne ripercorrono i sentieri accordando il ritmo del cammino a quello della memoria.

Tutti i trekking, giornalieri e con partenza/ritorno dall'albergo, si svolgeranno nella bellezza lussureggiante del Parco, lungo sentieri selezionati in base all'interesse storiografico e alla facilità di percorrenza. Luigi Ranzani, Guida Ufficiale del Parco Nazionale Val Grande, esperto dei luoghi e conoscitore delle vicende e dei protagonisti della lotta di liberazione, accompagnerà il gruppo durante l'intero tour fornendo assistenza tecnica e contenuti culturali.

Durante le pause lungo i trekking sono previste brevi letture tratte principalmente dalle pagine di Nino Chiovini: la sua memoria ci farà da guida letteraria e da compagna d'avventura in questo viaggio d'esplorazione e di ricerca. Per i pranzi ci si appoggerà, alla rete di rifugi e bivacchi, dove sarà possibile consumare il proprio al sacco o usufruire del loro servizio di ristorazione.

PROGRAMMA:

    18 OTTOBRE: ARRIVO IN HOTEL

Incontro con la guida alle ore 18 presso l'hotel Casa Immacolata di Verbania. Presentazione della settimana escursionistica.

    19 OTTOBRE: PIANCAVALLONE (1550 mt)

Dopo la colazione, risaliamo in auto la Valle Intrasca, alle spalle di Verbania, fino al parcheggio di Cappella Fina (1000m). Da qui per mulattiera fino al Piancavallone: una lunga sella prativa con affaccio sul lago Maggiore a sud e sulla Val Grande, a nord. Luogo della memoria legato alla formazione Giovane Italia e alla storia personale di Nino Chiovini. Pranzo presso il rifugio del CAI (secondo l'apertura stagionale, in alternativa pranzo al sacco). Durata: 4 ore

Dislivello: +550 mt



    20 OTTOBRE: MONTE ZEDA (2150 mt)

Dopo colazione, si raggiunge la località Colle (1300 m) in auto, poi si prosegue sempre in auto, ma su strada sterrata, fino alla località Pian Puzz. Da qui a piedi prima in piano fino al Passo Folungo o Colle Biogna per poi, con dolce salita si raggiunge il Pian Vadà percorrendo la strada militare Cadorna, che taglia con regolarità il fianco della montagna fino all'omonimo bivacco del Parco Valgrande. Dal bivacco per sentiero fino a Piè di Zeda, quindi in cima, con l'ultimo tratto su tracce di sentiero più ripido ma senza difficoltà.

Colle, Folungo, Vadà, Zeda, Fornà, Marona: sono i nomi dei luoghi teatro di guerra e di vita della Brigata Cesare Battisti del comandante Calzavara (Arca). Luoghi di fascino intenso, di larghissimi panorami dalle forme addolcite che accolgono le distese dei laghi insubrici e della pianura padana, finoa scontrarsi con l'impennata del massiccio del Monte Rosa e delle Alpi Lepontine.

La Zeda e il vicino Monte Marona sono montagne simbolo della geografia verbanese e valgrandina, elementi identitari della storia e della vita delle genti di queste valli.

Durata: 4,30 ore

Dislivello: +780 mt

    21 OTTOBRE: GIRO DEL LAGO DI MERGOZZO E VISITA GUIDATA ALLA CASA DELLA RESISTENZA

Raggiunta la località di Fondotoce con l'auto, si parcheggia e con bus di linea si prosegue in direzione della stazione FFS, da cui a piedi si raggiunge il borgo medievale di Montorfano: un pugno di case di granito bianco costruite dagli scalpelitt intorno alla bella chiesa romanica di

S. Giovanni. Dal borgo con una panoramica mulattiera si scende a visitare Mergozzo, le sue architetture, il suo lungolago e il complesso sacro monumentale. (Pranzo al sacco o presso i locali del paese). Con bus di linea in pochi minuti s'arriva alla Casa della Resistenza, dove un ricercatore dell'istiuto condurrà una visita guidata con un focus dedicato alla Repubblica Partigiana dell'Ossola.

Durata: 2 ore

Dislivello: +150 mt



    22 OTTOBRE: MONTE FAIE (1352 mt) – CORTE BUE' (800 mt)

In mattinata, andiamo in auto fino a Ompio da dove saliamo alla cima del Monte Faiè punto culminate del confine occidentale del Parco Nazionale Val Grande. Lungo la dorsale del monte verso la Colma di Vercio, e poi scendiamo nella faggeta fino all'alpeggio di Corte Buè. Pranzo al sacco e rientro a Ompio per mulattiera: escursione dai tratti decisamente selvatici, permette d'avvicinarsi al cuore segreto della valle.

Ompio, Caserecce, Buè, Velina, Orfalecchio sono i luoghi dove il comando Valdossola di Dionigi Superti e di Mario Muneghina si era installato e che per primi furono investiti dall'urto del Rastrellamento nel giugno '44.

Durata: 5 ore

Dislivello: +750 mt



    23 OTTOBRE: CICOGNA (m. 770 slm) – RIO POGALLO (m. 411 slm)

Trasferimento con auto proprie fino a Cicogna, nell'entroterra verbanese. Cicogna è la piccola capitale della Val Grande, luogo dall'aura tibetana, sospesa tra valloni impervi e fittissimi. Da qui saliamo a Prà, balcone panoramico sul Lago, ed entriamo nella valle di Pogallo dall'alto, passando per Leciuri. Arriviamo in breve al crosit di Cima Selva per poi scendere decisamente nella faggeta fino a Pogallo, luogo della memoria fondamentale per capire cosa è stato il Rastrellamento del giugno '44. L'anello escursionistico continua poi lungo lo spettacolare sentiero Sutermeister – tra i più suggestivi del Parco – che percorre l'asse del Rio Pogallo fino a raggiungere nuovamente Cicogna.

Cena tipica presso l'agriturismo di Corte Merina: esemplare azienda famigliare perfettamente integrata nel paesaggio e nella tradizione economia delle terre di mezzo.

Durata: 5,30 ore

Dislivello: +800 mt

24 OTTOBRE: VAL VIGEZZO – ALPE SCAREDI (1850 mt)

Dopo colazione, ci allontaniamo dalla zona del Verbano per raggiungere la Val Vigezzo e visitare il Parco Valgrande da un altro importante ingresso: l'alpe Scaredi e la porta orientale del Colle Loana. Interessante affaccio sulle vicende partigiane legate al ripiegamento della Brigata Valdossola in fuga da Orfalecchio, sulla vita alpigiana di secoli fa e sulla recente identità del Parco. L'alpe si raggiunge da Fondighebi in Val Loana (1250m) valle laterale della Vigezzo dalle morfologie alpine lavorate dai ghiacciai. Possibilità di raggiungere una facile cima panoramica (Laurasca o Cimone di Cortechiuso).

Durata: 5 ore

Dislivello: +600 mt

    25 OTTOBRE: RIENTRO

Dopo la prima colazione, sarete liberi di decidere per il rientro a casa.

MODALITA' DI EFFETTUAZIONE DEL VIAGGIO

Trekking di media montagna con accompagnamento.

Necessario equipaggiamento per escursioni in montagna fino a oltre 1500m slm.

I pernottamenti sono presso Hotel Casa Immacolata: www.casaimmacolataverbania.it

Pasti: pranzi in itinere, cene nelle strutture in cui si alloggia o in ristoranti vicini. Si consiglia di portare:

  • zaino capace e confortevole (sufficiente per contenere tutto il necessario, indicativamente 40 litri)

  • scarpe da trekking

  • giacca a vento, pile e abbigliamento da escursionismo (considerare 6 giorni di cammino)

  • borraccia

  • bastoni telescopici da trekking

  • mantella/giacca antivento/antipioggia e/o ombrello

  • cappello lana/berretto per il sole

  • occhiali da sole

Vanno assolutamente comunicate già in fase di prenotazione eventuali abitudini/intolleranze alimentari.

Come arrivare al luogo di ritrovo: Verbania è raggiungibile col regolare servizio di Trenitalia, con partenza da Milano Centrale o Milano Porta Garibaldi, l'Hotel si trova a Verbania, a 10 km circa dalla Stazione FFS a cui è collegato con un servizio di bus pubblico, qui gli orari

>>>>https://bit.ly/3c7PLnT

Ritrovo presso l'hotel Casa Immacolata www.casaimmacolataverbania.it

Quota di partecipazione a persona per gruppo di 4 persone di € 640 Quota di partecipazione a persona per gruppo di 6 persone di € 540

Supplemento camera singola: € 84 a persona Supplemento doppia uso singola: € 119 a persona

La quota comprende:

  • tutti i pernottamenti

  • 6 cene (è esclusa la cena all'agriturismo Corte Merina, €25 a persona)

  • accompagnatore di media montagna e guida ufficiale Parco ValGrande, assistenza guida escursionistica assicurata

  • organizzazione tecnica

  • assicurazione medica

La quota non comprende:

  • pranzi

  • trasferimenti con auto private/mezzi pubblici dell'hotel alle partenze dei trekking

  • spese personali

  • tutto quanto non espressamente indicato ne 'La quota comprende'

Per le condizioni contrattuali consultate il sito internet o richiedetele in agenzia. Le stesse condizioni sono depositate presso la Provincia di Verona all'ufficio del turismo.


Tag: escursioni, visite guidate, incontri a tema, trekking, lettura, storia, Resistenza, libri, Resistenza, Festa della Liberazione, passeggiate, archeologia militare, escursione, escursione naturalistica
Luogo: Trekking nei luoghi della memoria   Comuni: Cossogno (VB), Malesco (VB), Miazzina (VB)  
Organizzatore: PLANET VIAGGI
Info Email: viaggiresponsabili@planetviaggi.it Info line: 045 8948363
Ponte Velina in autunno
Ponte Velina in autunno
(foto di: Giancarlo Parazzoli)
 
Da Scaredi a Straolgio
Da Scaredi a Straolgio
(foto di: Claudio Delsolaro)
 
Panorama sul Lago Maggiore dal pizzo Faiè
Panorama sul Lago Maggiore dal pizzo Faiè
(foto di: Giancarlo Martini)
 
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione
© 2020 - Ente Parco Nazionale Val Grande
Villa Biraghi, Piazza Pretorio, 6 - 28805 Vogogna (VB)
Tel. 0324/87540 - Fax 0324/878573
E-mail: info@parcovalgrande.it - Posta certificata: parcovalgrande@legalmail.it
P.Iva 01683850034
Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del MareFederparchi