Home » Visitare il Parco » I percorsi

Ompio e il Monte Faiè

Elevato interesse: panorama 
  • Partenza: Termine strada carrozzabile Alpe Ompio (920 m)
  • Tempo di percorrenza: 2 ore
  • Difficoltà: E - Escursionistico
  • Dislivello: 432 m
  • Segnavia: parzialmente segnato
  • Periodo consigliato: da marzo a novembre

Ompio si raggiunge da Santino (San Bernardino Verbano) percorrendo una strada carrozzabile (7 km) in alcuni tratti ripida e senza barriere di protezione.

Il Monte Faiè è uno tra i punti più panoramici e suggestivi del Verbano, confine tra la selvaggia Val Grande e la zona collinare dei laghi Maggiore e Mergozzo. Un confine tra due mondi. La zona di fondovalle, verso Mergozzo e l'Ossola, in epoca antica era già popolata da genti che sicuramente frequentavano le alture circostanti. Il suo nome indica qual è l'aspetto che lo contraddistingue, un'estesa e ombrosa faggeta.
Dove termina la strada carrozzabile, in corrispondenza dei primi nuclei rurali dell'alpe Ompio, si segue l'ampia mulattiera che conduce in poco meno di mezzora al Rifugio CAI "A. Fantoli". Qui è posizionato il primo pannello informativo del Sentiero Natura "L'uomo albero". Si prosegue lungo il sentiero che, a sinistra del rifugio, sale al nucleo superiore di rustici e, procedendo a mezza costa, porta a raggiungere la bocchetta che segna il confine con la selvaggia Val Grande. Il sentiero che scende nella valle conduce a Corte Buè. Per il Monte Faiè si sale invece a sinistra lungo la dorsale, all'ombra della faggeta, sempre accompagnati dai pannelli informativi del sentiero natura. Si procede fino alla cima del monte (l'ultimo tratto è molto ripido), da cui si gode un'indimenticabile vista sui laghi e sul fondovalle ossolano.

Fonti bibliografiche: F. Copiatti - A. De Giuli, Sentieri antichi, edizioni Grossi, Domodossola 1997

Alba sul lago Maggiore dal Monte Faiè
Alba sul lago Maggiore dal Monte Faiè
 
share-stampashare-mailshare-facebookQR Code